UNA PICCOLA DIFFERENZA FT. FERNANDO SAUNDERS

UNA PICCOLA DIFFERENZA

 

C’è una piccola differenza tra un sospiro ed un respiro

C’è una piccola differenza tra l’azione e la speranza

Per ogni giusto che muore c’è un vigliacco che gode

Ad ogni masso che cede, provi una fitta dritta al cuore

Non voglio più mentire a quel che sento, a quel che sono

Non voglio più cambiar me stesso per finzione

Non voglio più sopravvivere e poi morire lento

Non voglio più

C’è una piccola differenza tra l’amore e l’egoismo

C’è una piccola differenza tra un desiderio e un’illusione

Per ogni passo compiuto, lasci uno strappo insoluto

Ad ogni alba concessa, un’inattesa scoperta

Non voglio più mentire a quel che sento, a quel che sono

Non voglio più cambiar me stesso per finzione

Non voglio più sopravvivere e poi morire lento

Non voglio più

Attimo su attimo il tuo mondo non c’è più

Quel che è stato è svanito in un ricordo sbiadito

In un cammino distorto quel che conta è l’equilibrio

Un equilibrio precario che ti consenta

di restare vivo

Senza mai abbassar lo sguardo

Di restare vero fiero senza mai dover negarlo

SOLO

Non voglio più mentire a quel che sento, a quel che sono

Non voglio più cambiar me stesso per finzione

Non voglio più sopravvivere e poi morire lento

Non voglio più

C’è una piccola differenza tra un sogno e un’ossessione

C’è una piccola differenza in un mondo d’indifferenza

C’è una piccola differenza, la nota sol chi sa ascoltare

C’è una piccola differenza anche nel buio più totale